venerdì 13 aprile 2012

Vi presento l'annata 2012...


Scherzo!!! Neppure il nostro piccolo vigneto, nonostante tutte le "coccole" che riceve quasi quotidianamente da Renato, è in grado di produrre vino in questa stagione ^___^

Ma passeggiando tra i filari ho visto quello che, tra qualche mese, sarà veramente l'annata 2012: Piccolissimi grappoli appena nati sui giovanissimi butti delle viti. La nostra futura uva, il nostro futuro vino!

Lo ammetto, tutti gli anni lo trovo emozionante quando - dopo un lungo inverno, dopo le drastiche potature - si risvegliano queste magnifiche piante. E per immortalare questo magico (almeno per me) momento ho fatto un po' di foto:

VERDEA - buonissima uva da tavola che, messa in 
plateau da frutta e "mondata" regolarmente, si mantiene 
diversi mesi. Infatti noi la mangiamo (fresca) ancora a Natale!



 ORTRUGO - vinificato insieme a poca uva Malvasia e 
pochissimo Moscato diventerà il nostro vino bianco 
(buonissimo^^ e frizzante)



BARBERA - uva rossa che insieme alla...
  BONARDA (uva rossa anche lei) diventerà il nostro vino rosso.

Come si nota bene nelle foto, la Bonarda è la più prudente tra le nostre uve. Ha appena cacciato fuori le prime foglioline, mentre sugli altri vitigni si vedono già chiaramente i primi grappoli della futura uva. 

In questi giorni piove da noi e fa anche relativamente freddo. Ma quando arriveranno temperature un po' più primaverili (e penso, spero, che tra poco ci siamo) il vigneto si trasformerà con una velocità impressionante. Ci sarà una specie di esplosione di vegetazione.... Stagione bellissima, ma anche di grande impegno per chi lavora nella vigna!

Nessun commento:

Posta un commento