martedì 13 marzo 2012

Pipistrelli - i nostri alleati contro le zanzare

Chi come noi vive in una zona con molte zanzare (noi stiamo ai margini della pianura padana, sulle colline piacentine) molto probabilmente fa un gran uso di repellenti più o meno naturali. Eppure, potremmo cercare di allearci con un animaletto che la maggior parte di noi conosce poco e che purtroppo sta diventando sempre più raro in Italia: il pipistrello.


Pare che un solo pipistrello mangi fino a 2000 zanzare in una notte.
E per contribuire alla conservazione di questo straordinario animale, gli zoologi del Museo di Storia Naturale di Firenze, con la collaborazione di Unicoop Firenze, hanno messo a punto un progetto per la diffusione delle "Bat Box", piccole casette di legno da utilizzare per offrire nuovi rifugi a questi efficienti predatori di insetti. Le bat box, si legge sul sito dell'Università di Firenze sono studiate per attrarre proprio i pipistrelli che frequentano gli ambienti urbanizzati, e potranno essere appese alla parete esterna della casa, meglio se al riparo sotto la grondaia del tetto. Quando tali rifugi saranno colonizzati avremo per alleato un formidabile cacciatore di insetti.

Sul sito dell'Uni Firenze trovate anche lo schema per costruirvi una Bat Box da soli:
per lo schema cliccate su questa riga



Renato ne ha già costruito una di queste casette. Qui in seguito la foto:




Adesso speriamo solo che in primavera arrivino anche gli inquilini pipistrelli e ci aiutino a combattere le zanzare...

2 commenti:

  1. Domanda molto motlo sciocca...ma gli escrementi del pipistrello dove finiscono? dentro la batcasa? oppure ai piedi della stessa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda non è per niente sciocca:)
      Gli escrementi cascano fuori dalla batbox e si trovano poi sotto, per terra. Ma niente paura, non costituiscono rischi sanitari. Se ti interessa guarda il seguente link: http://www.centroregionalechirotteri.org/pip_rischi.php
      Ciao!!

      Elimina