martedì 8 ottobre 2013

Riparazione

Ho un vecchia giacca di lana cotta che ho comprato (già usata) qualche anno fa al Vintage di Belgioioso . A me piace il colore un po' forte perché mi rallegra in queste giornate uggiose. L'unica cosa che - secondo me - stonava un po' erano i bottoni gialli di plastica leggera. Bene, finalmente ne ho perso uno e sono stata costretta a fare "l'intervento" (in programma da tempo - ma sono pigra:)).
Ecco le foto del PRIMA e DOPO:

PRIMA


DOPO




E' sempre una vecchia giacca, ma sono contenta di averla aggiustata. I bottoni di legno (in questo caso ulivo) sono di autoproduzione.

P.S: Il "Vintage" di Belgioioso è sempre molto bello. Lo fanno in primavera e in autunno (tra pochi giorni). Io ci vado anche questa volta, qualcosa trovo sempre....

12 commenti:

  1. Il colore è molto bello secondo me, e i bottoni di ulivo stanno benissimo. Belgioioso è un po' lontano per me, ci sono stata una o due volte quando ero bibliotecaria per la Mostra mercato delle case editrici minori ma mi sembra che non si tenga più. Ciao, buon divertimento a Belgioioso.

    RispondiElimina
  2. Peccato Cinciarella che stai lontano, potremmo fare una bella chiacchierata:)))
    Credo che hai ragione, la mostra-mercato dei libri non la vedo più in calendario. In compenso c'è un'altra manifestazione bellissima (subito dopo Vintage): BRAVO. Ti metto il link: http://www.belgioioso.it/bravo/
    Ciao, un'abbraccio Helga

    RispondiElimina
  3. Mi piace un sacco questo aggiusto.... e anche io trovo sempre qualcosa nei mercatini "Vintage"

    RispondiElimina
  4. Ci credo Francesca, e dalle tue parti di mercatini vintage ce ne sono tanti! Un'abbraccio a te e un saluto alla mia vecchia Germania!:)))

    RispondiElimina
  5. Ma quanta pazienza e impegno per fare i bottoni di legno di ulivo!!!Se ho ben capito li fai tu....Che particolare idea!!!!Che bel punto di verde è la tua giacca di lana cotta, la mia originale tirolese(comperata al mercato americano, così lo chiamiamo noi il mercato dell'usato)è di un verde più scuro, verde bottiglia. E' la mia giacca preferita per i nostri inverni non proprio rigidi, la lavo e la rimetto, sono anni che ce l'ho
    ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  6. @ Franca Rita: Fare i bottoni mi piace molto, oltre all'ulivo uso anche molti altri legno, tutte potature (stagionate) dei nostri alberi. Per quanto riguarda il colore della mia giacca: in realtà è molto più gialla (e meno verde) di quel che sembra nelle foto. Sono una pessima fotografa, lo so:))
    @ Regina: grazie mille! E' molto tempo che non ci vediamo/sentiamo. Dovrò visitare un po' più spesso la tua vetrina in ZR ^__^
    Ciao, buona giornata ad entrambe!!!

    RispondiElimina
  7. Molto meglio il dopo con i tuoi bottoni di legno. Bottoni che mi sono sempre piaciuti moltissimo e a cui pensavo in questi giorni fatti di lane e uncinetti. Appena si ingrana il mio negozietto te ne comprerò sicuramente qualcuno perchè so già dove metterli:))
    Buona serata cara e grazie dell'incoraggiamento! Non sai quante volte sono passata di qua a guardare le tue creazioni a maglia. Grande ispirazione:)

    RispondiElimina
  8. Carissima Sandra/theslowcatwalk, per me sarà un grande onore vedere i miei bottoni sulle tue bellissime creazioni:)) Ti auguro tanto tanto successo e soddisfazione con il tuo etsy-shop! Non avere fretta, il momento è "duro" per le vendite, ma sicuramente avrai successo. Te lo meriti!!! Un'abbraccione, Helga

    RispondiElimina
  9. Ogni volta che vedo i tuoi bottoni mi viene voglia di farli anch'io, peccato solo avere rami di alberi comunissimi XD Ma sono sicura che sarebbero comunque belli, quindi appena ho fatto ordine tra i lavori da fare faccio anche questo. Già la giacca è bella, ma con quei bottoni il valore aggiunto è incredibile.
    Complimenti!
    A presto!
    Antonella

    RispondiElimina
  10. Siii Antonella, li puoi fare anche tu, e anche con alberi "comunissimi":) Io li faccio anche con il melo, il sanguinello, la robinia.... Importante che non usi rami appena taglitati ma che li lasci stagionare almeno per un'anno (meglio due o tre:). Ciao, buon lavoro!!!!

    RispondiElimina