sabato 2 giugno 2012

Per combattere afidi ed altri parassiti delle piante: Decotto di assenzio

Assenzio (Artemisia Absinthium L.)

L'altro giorno ho scritto della nostra lotta contro gli afidi nel frutteto con i nastri "anti-formiche" e del grande aiuto che ci danno le coccinelle.
Oggi vorrei parlare di una pianta che ci è altrettanto preziosa nella lotta (senza veleni!) contro afidi ed altri parassiti delle piante: l'assenzio (nome scientifico: Artemisia Absinthium L.).
Nel nostro giardino e orto cresce in grande quantità. Alcuni anni fa l'ho seminato e da allora rispunta ogni primavera, moltiplicandosi (oltre ad essere utile e anche bello, per esempio accanto alle rose)

 

L'assenzio è una pianta medicinale che è conosciuta soprattutto per il suo impiego nella preparazione del distillato d'assenzio (molto amaro che viene diluito e zuccherato) e anche del vermouth.

Per combattere gli afidi taglio alcune piante (il momento migliore è poco prima della fioritura), le metto a seccare e poi preparo il decotto.


Scotto l'assenzio seccato in acqua bollente e lascio riposare per circa 30 minuti. Poi filtro, diluisco con acqua fredda (rapporto finale: circa 10 litri d'acqua per 300 grammi di assenzio seccato) e spruzzo questo decotto direttamente sulle piante attaccate dai parassiti. Le sostanze amare (veramente molto amare!) dell'assenzio fanno sì che afidi ecc. se ne vadano...
Gli scarti della preparazione del decotto (dopo la filtrazione) metto di solito ai piedi delle piante. 

E queste sono le pompe che usiamo, a seconda della grandezza della pianta da trattare (e quindi della quantità di decotto utilizzata) sono:

 spruzzino a mano


pompa da spalla manuale


  atomizzatore a motore


2 commenti:

  1. anny - smeraldo2 giugno 2012 18:54

    Il liquore di assenzio era una bevanda aloolica tipica dell'ottocento amatissima dai "poeti maledetti" e Arthur Rimbaud ne andava matto!
    A parte ciò è un ottimo antiparassitario naturale,ciao Helga

    RispondiElimina
  2. Ma lo sai, Anny, che questo liquore (che in realtà credo sia un distillato, ma non ne sono sicura) era proibita per più di 100 anni?! Adesso, pochi anni fa, è stato "riabilitato". Rimbaud sarebbe contento:)

    RispondiElimina