domenica 7 ottobre 2012

Come fare "spugnette" con le reti di frutta e verdura


Sono anni che cerco di comprare il meno possibile alimenti con involucri di plastica e/o di polistirolo, ma è veramente difficile. Anche frutta e verdura bio, le arance, i limoni e le patate ad esempio, sono molto spesso in vendita in retine di plastica.
Non buttatele, perché possono essere utili. Io ad esempio le trasformo in "spugnette" per lavare i piatti o per pulire il lavandino ecc.


Farle è molto facile. Prendete la retina (se è piccola prendetene 2 o 3 insieme) e piegatela fino a raggiungere la misura che vi piace/serve.


Con ago e filo cucite tutto intorno...


...e la vostra spugnetta è già pronta per l'uso!


Oltre ad essere gratis queste spugnette sono anche molto pratiche. Sono geniali per "grattare" superfici delicate (come pentole antiaderenti) senza graffiare e rovinare niente.
E poi le trovo anche molto più igieniche delle solite spugne che si comprano. Ogni tanto metto le mie spugnette/retine in un bicchiere con acqua e bicarbonato e le lascio tutta la notte. Tornano pulite e possono essere usate ancora per un bel po'....

6 commenti:

  1. Bellissima idea,buonissimo consiglio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che trovi utile questo post:)
      Ho guardato il tuo blog, fai delle cose bellissime! Complimenti! Ciao

      Elimina
  2. Sei proprio geniale, una gran bella idea, complimenti
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emi, proprio geniale non sono:) ma mi piace trasformare alcuni "rifiuti" in qualcosa di utile - il famoso "upcycling", che molto diverso dal "riciclare" secondo me. Prossimamente vorrei fare un post su questo argomento. Ciao!

      Elimina
  3. Ciao Helga,ieri mattina appena alzata,in una specie di stato di trans mi sono diretta in cucina,ho preso la reticella delle patate,quella dei mandarini e via a "cucire" la mia prima spugnetta mentre facevo colazione!!!
    Una soddisfazione di spugna!!!Funziona una meraviglia!!
    grazie!

    RispondiElimina