mercoledì 3 settembre 2014

La vecchia coperta...

Avevo da anni un pezzo di una vecchia coperta di lana, robusta ma un po' ruvida. Insieme a qualche merletto di cotone, uno scampolo di vecchio tessuto ricamato (credo di origine turca) e una tracolla ricavata da una stoffa vintage (che una volta si usava per fare materassi) è diventato la mia "nuova" borsa.


Per la chiusura ho usato un mio bottone (in legno di robinia), il rammendo color fucsia copre un piccolo buco nel tessuto e sul retro ho applicato un "provino" di eco-print all'eucalipto fatto qualche mese fa con Marisa.

La borsa è foderata con cotone beige e ha una comoda seconda tasca interna. Sicuramente è un modello molto particolare e non incontra il "gusto di massa". A me piace però, e penso di usarla moltissimo:) E anche una mia amica non avrebbe disdegnato una borsa simile. Problema: mi era rimasto solo un pezzetto piccolo piccolo della vecchia coperta di lana, e così le ho fatto una borsetta piccola per il suo smartphone. Ecco "madre e figlia":





Chi mi conosce ormai lo sa: quando mi butto su un lavoro nuovo (e le borsette per smartphone sono nuove per me) inizio spesso una nuova "ondata". Così sono nate anche due "sorelle", molto diverse negli stili e nei materiali però:


11 commenti:

  1. Ciao Helga, bellissimi lavori...mi piace il contrasto ...lana grezza, tessuto ricamato colorato, pizzo, legno e il tessuto tinto da te. Il tutto amalgamato con gusto A me il tuo stile piace, brava e buona notte.

    RispondiElimina
  2. Grazie Birbolina! Il mio stile a volte è un po' "particolare", a molti non piace. Ma io amo sperimentare, con i materiali, i colori, le forme. Spesso inizio un lavoro senza un progetto vero. Il tutto prende forma durante la lavorazione, aggiungo qua, tolgo la, è quello il mio vero divertimento. E alla fine sono sopresa persino io del risultato (non sempre buono). Poi parto anche con le "ondate", ma questo è un'altro lato del mio strano carattere:))
    Ciao, buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. Sono bellissime!!!!!
    La borsa grigia è assolutamente meravigliosa, brava!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina
  4. Te lo ripeto, le tue ondate mi piacciono sempre molto.Diciamo che sai togliere ed aggiungere con gusto ed armonia.
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  5. Che belle Helga! Complimenti, le tue creazioni sono sempre più belle!
    Un abbraccio,
    Lisa

    RispondiElimina
  6. Care amiche blogger, Tatiana, Paola, Katia, Lisa, non potete immaginare come sono contenta dei vostri complimenti! Mi spiego: qualche volta - quando faccio queste cose "strane" - mi viene il dubbio di essere un po' troppo fuori strada con le mie creazioni. Ma i vostri commenti mi danno il coraggio di andare avanti, con i miei esperimenti, di provare almeno... Grazie!!!
    Un'abbraccio, a presto
    Helga

    RispondiElimina
  7. ....tu nella risposta le hai definite "cose strane" ...io le definisco particolarmente originali e belle....e tirare fuori dalla borsa un tuo borsellino denota particolarità complimenti e tante belle cose
    Ciao Elga

    RispondiElimina
  8. Ok Franca Rita, chiamiamole "particolarmente originali", ci sto:) Ma dovresti vedere cosa sto facendo stasera...ho visto in rete creazioni con dei vecchi tessuti giapponesi, e me ne sono innamorata. Non avendo i tessuti originali però provo di ricreare una cosa simile, con i miei (poveri) mezzi. E mi diverto moltissimo! Prossimamente farò un post sull'argomento, e mi confermerai anche tu: sono cose strane, veramente strane, eheh ^__^
    Ciao, grazie e a presto!!

    RispondiElimina
  9. Il tuo campione di ecoprint ha trovato casa. Brava come sempre una grande creativa! La borsa mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  10. Sì Marisa, ha proprio trovato casa. Lo sai che a me piace molto usarle le queste cose, integrarle in altri oggetti/progetti (borse, vestiti ecc.). Ne facciamo ancora? Io sono pronta:))))

    RispondiElimina