giovedì 20 dicembre 2012

Vite e corallo - altri orecchini faidate


Questi sono i nuovi orecchini che l'amica Marisa (grazie!!!:) mi ha montato con due rondelle di tralcio di vite. Sono più piccoli e molto più rustici di quelli di legno di rosa. E invece dei pezzetti di uovo di struzzo questa volta ci abbiamo messo qualche "perla" di una collana di coralli che mi si è rotta tempo fa.
A me piacciono molto anche questi orecchini. C'è un problema però: La corteccia del tralcio di vite è molto "sfilacciosa" (si vede anche in foto penso), non è ben attaccata al legno come quella della rosa. Ma non vorrei toglierla del tutto. Cosa fare? Fino adesso ho trattato le rondelle soltanto con l'olio di lino. Ma forse dovrei dare anche una mano di vernice sulla corteccia? Oppure un po' di Vinavil? Accetto volentieri i vostri consigli, grazie ^__^

Aggiornamento venerdì 21 dicembre:
Esperimento Vinavil riuscito! Almeno sembra. La corteccia si è indurita, i pezzettini non si staccano più. E anche l'aspetto non è stato alterato, o quasi. Asciugando il vinavil è divento completamente trasparente, ha lasciato solo un po' di lucido sulla corteccia, però secondo me col tempo dovrebbe sparire. Vediamo....

4 commenti:

  1. Ma che belli! peccato lo sfilaccino...dovresti fare delle prove. io proverei prima con il vinavil...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Regina, pensavo anch'io che un po' di vinavil potrebbe essere una soluzione. Ci provo. Al limite butto tutto e ricomincio. Di tralci di vite per fortuna ne abbiamo un vigneto intero qui:))
      Ciao, buone feste a te e alla tua famiglia! Ci vediamo in gennaio, qui e anche in ZR ^_^

      Elimina
  2. Per me sono belli così come li vedo, il fatto che si sfilaccino un pochino è una caratteristica del tralcio di vite, perchè toglierlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non vorrei toglierlo, ma fermarlo. Perché continuano a staccarsi piccolissimi pezzettini. Forse con il vinavil si indurisce la corteccia. Ci provo:)

      Elimina