lunedì 20 aprile 2015

Il batarö - una tradizionale merenda Piacentina

Il batarö è il tipico e tradizionale pane "battuto" del Piacentino, molto amato anche nel mio paesino sulle colline.
Per farvi capire come e di cosa è fatto il batarö vi rimando subito alla pagina di Cookaround dove Fabrizio Ligis spiega molto bene ingredienti a procedimento.


Ieri mattina comunque siamo stati di nuovo (con la nostra piccola associazione culturale "Pe 'd fèr") ospiti alla Cantina di Vicobarone dove questa volta oltre agli ottimi vini della Cantina era protagonista proprio lui: il batarö.
E come vedete in queste foto c'era un vero forno a legna "mobile" (in muratura e pietre, ma montato su un carretto - geniale!!!), portato dalla Pro Loco di un paese vicino.

Sono stati preparati quasi 400 batarö, e i clienti dalla Cantina li hanno gustati caldi, farciti di coppa, di pancetta oppure di gorgonzola. Deliziosi!!!


Il pomeriggio (per smaltire un po' di calorie :-) con alcuni amici abbiamo fatto una lunga passeggiata. Durante la notte aveva piovuto parecchio, la terra nei vigneti era fangosa e così siamo rimasti su una stradina asfaltata. La nostra meta: Rovescala, il nostro paese-vicino. Rovescala (nel Oltrepo' Pavese) dista solo 3 chilometri da Vicobarone, ma per noi è già "oltre confine". Noi siamo in Emilia, Rovescala in Lombardia....


4 commenti:

  1. ....dalle foto immagino la bella giornata che avete passato tutti insieme a preparare e gustare questa tradizionale merenda....Le sagre e le feste per i prodotti locali e per riscoprire la cucina tradizionale sono sempre molto belle e aggreganti....interessanti...Complimenti alla vostra associazione e alle vostre iniziative !!! Cioa

    RispondiElimina
  2. Ciao Helga, ma il forno " mobile" è meraviglioso!!! Che bella giornata davvero, io adoro le feste dei paesi dove si possono riscoprire sapori e tradizioni! Bravissimi! ciao Ely

    RispondiElimina
  3. Salve, ringrazio molto per aver citato la mia ricetta che è frutto anche di una meticolosa ricerca.
    Se alcuni di voi proverete a cucinare i bataro non mancate di scrivere i vostr4i risultati su cook around

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Fabrizio, la sua ricetta è ottima e mi è sembrato giusto fare la citazione con link ecc. In rete, purtroppo, ci "rubiamo" troppe volte le idee e i saperi senza nominare la fonte....
      Saluti dalla Val Tidone (nel Piacentino:)
      Helga

      Elimina