domenica 16 marzo 2014

Andiamo per: Borragine

Anni fa ho portato un bustina di semi di borragine (borago officinalis) dalla Germania, perché pur essendo la borragine un'erba spontanea qui nel mio orto/giardino piacentino non c'era. Bene, adesso c'è - nel mio orto ma anche negli orti dei vicini, nel vigneto, lungo i sentieri vicino a casa nostra, veramente dappertutto ....
Si vede che i semi della mia prima coltivazione (circa 15 anni fa) hanno trovato l'habitat giusto e la borragine "tedesca" è diventata borragine "spontanea italiana". E tutti gli anni in questa stagione rispunta questa pianta dalle foglie ruvide e i bei fiorellini azzurri  ^___^

Ieri la mia vicina/amica Chiara ed io siamo "andate per borragine", ne abbiamo raccolto 2 cestini.

Chiara aveva trovato le istruzioni per fare i ravioli di borragine sul sito del Gambero Rosso  (cliccate qua per la ricetta). E visto che avevamo tutti gli ingredienti in casa (incluse le uova fresche delle nostre galline e la ricotta fresca di giornata che Chiara aveva preso al caseificio vicino) ci siamo messe all'opera.


Essendo io tedesca (e quindi "esperta" di patate, crauti e würstel:))) non ho osato a fare la pasta fresca questa volta. Ho lasciato questo compito a Chiara, abile "massaia" torinese trapiantata sulle colline piacentine...


Devo dire che il risultato era veramente buono (anche se migliorabile:). Come vedete dalle foto abbiamo fatto una piccola "variazione sul tema", cioè: non abbiamo fatto i ravioli piccoli suggeriti dal Gambero Rosso ma dei tortelloni abbastanza grossi. Il motivo: non essendo molto pratiche della preparazione di pasta ripiena avevamo paura che i raviolini piccoli si aprissero durante la cottura. Ma la prossima volta correremo anche questo rischio - deciso!

Oltre che per ravioli/tortelloni la borragine si presta per molte altre ricette (torte salate, frittate ecc.). Ho trovato in rete anche delle ricette per usare la borragine cruda in insalate di vario tipo. Ma attenzione: come molte piante spontanee anche questa può avere dei seri effetti collaterali negativi se mangiata regolarmente e in dosi eccessive. In questi casi, specialmente se consumata cruda, la borragine può danneggiare il fegato. Per ulteriori informazioni leggete qua e anche qua

Quindi: se la raccogliete ricordatevi di cuocerla prima di mangiarla!

11 commenti:

  1. Tre o quattro anni fa ho provato anch'io a seminare nell'orto alcuni semi di borragine,l'anno dopo mi cresceva dappertutto....ho dovuto estirparla e mantenere una sola piantina ......io cruda non la mangio, la uso per torte salate o frittate......ciao ciao

    RispondiElimina
  2. ...da noi cresce in abbondanza lungo gli argini e un po' dappertutto ....quando ero piccola e andavamo a scuola (elementari) a piedi , eravamo diversi bambini ...succhiavamo i fiori di borragine per sentirne il sapore dolciastro. Mio marito invece la usa, tanta, per fare la minestra (con il pane) di fagioli.. e a detta di tutti è speciale e particolare. Non ho mai fatto ravioli o tortellini però sicuramente è una bella ricetta ....Bello preparare queste cose insieme !!!!! buona giornata

    RispondiElimina
  3. Ciao Franca Rita, anch'io da bambina (in Germania) succhiavo i fiori di borragine. E mi ricordo che la nonna (austriaca) preparava gustosissime minestre con quella pianta. Come dite in Italia: tutto il mondo è paese...
    Hai ragione, è bello preparare le cose insieme. Chiara ed io ci siamo divertite molto, e abbiamo riso insieme delle forme non proprio "eleganti" dei nostri tortelloni:)))
    Buona giornata anche a te!

    RispondiElimina
  4. Donna fortunata!!!
    Mentre aspetto che mauro la semini nell'orto ogni tanto mi raccolgo qualche foglia sul balcone per il minestrone!! Anche mia madre prepara i ravioli con la borragine e sono buonissimi!! Domenica li ho fatti anch'io con il basilico, surgelato dell'orto,tofu e pinoli..ma dovevi esserci tu per il servizio fotografico ^_^, baci luisa

    RispondiElimina
  5. Uuh, vedrai, una volta seminata nell'orto non te ne liberi più:))
    La prossima volta che fai i ravioli mi chiami, io faccio le foto e poi mangio anche, eheh. Ciao ciao, saluti anche a Mauro!!!

    RispondiElimina
  6. qui cresce dovunque e la scorsa settimana abbiamo preparato le cime fiorite pastellate e fritte, i ravioli li voglio provare anch'io! Rossella

    RispondiElimina
  7. Ciao Rossella, buona idea: cime pastellate e fritte, ci proverò:) Tu dove vivi, in che zona?

    RispondiElimina
  8. Buoni! Mio marito li prepara sempre anche per i bambini, così si mangiano più volentieri la verdura :) Chissà se indovini che stampo usa... :D Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Ciao Serena, quelli che fa tuo marito sicuramente sono più buoni e più belli dei nostri:) Lo stampo? Sarà mica quello dei baci di dama??? (che buoooooni i vostri baci di dama!!!!)
    Un'abbraccio, buon week end!

    RispondiElimina