giovedì 21 novembre 2013

Yogurt + sale = "philadelphia" (o quasi)

A volte le ricette più semplici sono le più buone. Esempio: la ricetta per fare un formaggino spalmabile (simil-philadelphia) in casa. Me ne aveva parlato qualche settimana fa la mia amica Chiara (lei l'aveva letto in internet), ma confesso che ero mooolto scettica. Poi me ne ha portato una parte della sua prima produzione, ed ero...entusiasta! Adesso me lo preparo anch'io il mio "philadelphia homemade", ed è buonissimo!!!!

Gli ingredienti sono soltanto due: yogurt bianco naturale (meglio se bio) e sale fino. Io ho usato 250 gr di yogurt e 1 cucchiaino e mezzo di sale (anche 1 cucchiaino soltanto se non lo amate troppo salato!!!).


Procedimento: In una ciotola mischiate yogurt e sale e trasferite tutto in una seconda ciotola rivestita da un canovaccio pulito e non profumato (lavato senza ammorbidente!!!). Chiudete i lembi del canovaccio, legateli con uno spago e appendete questo fagotto sopra la ciotola in maniera che il siero possa colare. Inizierà subito perché il sale separa il siero dallo yogurt. (Io ho appeso il fagotto in un angolo del lavandino, ma potete anche metterlo in uno scolino con sotto un contenitore per raccogliere il siero.)


Lasciate gocciolare per circa 20 ore. Dopodiché strizzate bene il canovaccio per far uscire anche l'ultimo po' di siero e voilà: il formaggino spalmabile è pronto!!!



Se volete un formaggino più "molle" potete toglierlo già dopo 12 ore dal canovaccio, e naturalmente potete aggiungere anche degli "aromi speciali": dei pezzi di noci ad esempio, oppure un po' di cipolla tritata, di pepe, peperoncino, erbe fresche o secche.... dipende dalla vostra fantasia e dai vostri gusti.

Il lavoro per preparare questo formaggino è veramente minimo, il costo è basso e a differenza dei diversi "spalmabili" che troviamo oggi in commercio mangeremo qualcosa di cui conosciamo gli ingredienti!!!

P.S.: Fino adesso ho buttato il siero. Ma vorrei provare come fa Francesca del blog Voglioviverecosì . In realtà lei non fa il "philadelphia" con yogurt+sale ma la ricotta con latte+limone. Anche a lei però, alla fine del procedimento, avanza del siero. E invece di buttarlo lo usa per fare pane e dolci. Ecco la sua ricetta

19 commenti:

  1. ...devo provare! Sembra facile e senza impiego di molto tempo (cerco sempre di ottimizzare il tempo ;) ) Già da un po' faccio la ricotta con latte+aceto che non è che sia come la ricotta vera ma, visto che qui quella non si trova, ci accontentiamo.Il siero lo bevono i gatti e il cane...e anche le galline.
    Ma ora vado a leggermi la ricetta che hai suggerito.
    Un abbraccio forte!
    PS:Per quanto tempo si può conservare il formaggio spalmabile e come?

    RispondiElimina
  2. Ciao Laura, quanto tempo si conserva? Non lo so ancora, perché in casa mia finisce quasi subito:)) Ma penso in frigo lo puoi tenere anche una settimana, è salato.
    Per il siero: avevo pensato anch'io di darlo a cane e gatto, ma poi avevo paura proprio del sale. Non sarà troppo per loro? Magari provo ad allungare il siero con l'acqua o di aggiungerne soltanto un po' ai mangimi soliti.
    Un'abbraccio, buona giornata!
    PS: ho visto la tua lana filata e tinta in casa. Che meraviglia!!!!! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Helga grazie per questa ricetta, la adotto subito......la ricotta con latte e qualche goccia di limone la faccio, però il siero anch'io lo butto non mi è venuta ancora nessuna idea per utilizzarlo.....

    RispondiElimina
  4. Eh sì Birbolina, è proprio questo il bello del web: ci possiamo scambiare molte idee:) Da Francesca prendo l'idea di fare il pane col siero, e da Laura di dare il siero a cani e gatti, magari salando un po' meno la prossima volta lo yogurt. Funzionerà lo stesso e gli animali non avranno problemi di digestione...:)
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. A quanto pare la ricotta da fare con latte e limone è una ricetta conosciuta e infatti la faccio anch'io ma, il formaggio spalmabile io non lo conoscevo. Mi piace molto l'idea di insaporirlo con erbe o noci e anche l'idea di Francesca che usa il siero per il pane.

    RispondiElimina
  6. Cinciarella, con le noci è molto buono. Me l'ha fatto assaggiare la mia amica, lei mette i pezzettini di noci già nello yogurt (subito all'inizio, insieme al sale).

    RispondiElimina
  7. Sicuramente lo proverò a fare anche io !!! perché si presenta proprio bene e sicuramente è anche buono...
    Buona serata
    Ti ho scritto una email

    RispondiElimina
  8. Ciao Francarita, ti ho risposta via email...
    A presto, buona serata anche a te!

    RispondiElimina
  9. Accipicchia! questa ricetta mi incuriosisce molto, devo provarla!

    RispondiElimina
  10. Prova prova cara Elena! Vedrai, il sale farà tutto da solo e tu nel frattempo avrai molto tempo per creare i tuoi bellissimi mostracci:))

    RispondiElimina
  11. Grazie Helga! Provo di sicuro perché spesso faccio il risotto con questo tipo di formaggio. Ricetta preziosa..
    :-). Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
  12. @Paola: Un risotto con questo tipo di formaggio? Voglio la ricetta! :))
    Ciao!!

    RispondiElimina
  13. Sì ed è buonissimo! Quando fai il risotto, 5' prima della fine cottura metto un bel pezzo di formaggio spalmabile (qui in Piemonte abbiamo la robiola Osella), quando è nel piatto aggiungi qualche goccia di worcester sauce (si trova nei supermercati a poco prezzo); il risultato è un risotto cremoso con un gusto molto particolare. Farai un figurone.. :-) baci. Paola

    RispondiElimina
  14. Grazie di cuore Helga!
    Sei un vulcano di sapere.
    Devo assolutamente provare!

    RispondiElimina
  15. Grazie Gufo:) Passerò i complimenti alla mia amica Chiara, è lei che mi ha fatto conoscere questa ricetta. Fammi sapere se ti piace il "Philadelphia" faidate! Ciao!!

    RispondiElimina
  16. Domani compro lo yogurt e parto con la produzione poi ti farò sapere i commenti dell'esperto ^_^!!

    RispondiElimina
  17. Ok:) Metteci poco sale, se no l'esperto ci sgrida....

    RispondiElimina