mercoledì 4 dicembre 2013

L'ondata degli scaldamani...

Tanti tanti scaldamani sono nati nelle ultime settimane a casa mia. In tante misure, piccoli e grandi, per bambini, per donne, per uomini. E naturalmente in tanti colori diversi....


Il tutto era iniziato con un paio di scaldamani che avevo fatto per me, perché non avendo il garage il volante della mia macchina è molto freddo al mattino. E con questi "guanti senza dita" la mano è veramente protetta dal freddo, senza impedire però alle dita di muoversi liberamente.
Poi me ne ha chiesto un paio un'amica, poi ne ho fatti altri per barattarli/scambiarli in Zerorelativo, poi per un'associazione che ha partecipato al mercatino di Natale che si è svolto in un paese vicino ecc.ecc.ecc.

Molti di quelli che vedete qui sopra hanno già trovato dei nuovi proprietari. Ed io .... continuo a lavorare con lana ed uncinetto. Perché ho ancora diverse prenotazioni, e domenica 15 andrò ad un mercatino a Milano dove intendo portare alcuni scaldamani insieme ad altre mie creazioni in lana...



Lo so, sono un po' monotematica (per non dire: noiosa) in questo periodo. Il modello è piuttosto semplice e non ha bisogno di grandi spiegazioni. Ma è molto rilassante realizzarlo e mi piace proprio nella sua semplicità; lineare e funzionale. Per il pollice c'è il solito foro, la lana in quasi tutti i casi è lana merinos superwash (così non ci sono problemi con il lavaggio), e come abbellimento ho scelto dei bottoni di legno autoprodotti (ulivo, ciliegio, robinia, sanguinello, prugna) che ho trattato con più mani di olio di lino e con cera d'api, in maniera che anche loro non soffrono troppo l'acqua e i lavaggi.

Quest'anno è quindi l'anno degli scaldamani per me. L'anno scorso era quello dei calzettoni e l'anno prima ancora ho fatto almeno 12 "baktus" (le famose sciarpe triangolari che venivano dal grande nord e che erano molto di moda all'epoca). Chi sa l'anno prossimo - forse mi prenderà la passione per i berretti di lana o per i maglioni norvegesi o per i copriletto con le piastrelle "granny" all'uncinetto.......

E voi, cosa state producendo in questo periodo? Avete anche voi, come me, delle "ondate" nelle vostre creazioni???

8 commenti:

  1. Ciao Helga saranno come dici semplici ma a me piacciono tanto e l'idea del bottoncino e' indovinata.......sai ho provato la tua ricetta del formaggio spalmabile....non avrei mai immaginato fosse così semplice ........naturalmente d'ora in poi me lo autoproduco....Ti auguro buona serata.

    RispondiElimina
  2. Helga sono tutti bellissimi!!! Quelli verdi però sono super! Che ne dici di un baratto? Altrimenti li compro! fammi sapere anche via mail!
    Lisa :)

    RispondiElimina
  3. Che belli Helga! Mi piacciono quelli rossi nella prima foto. Anche io sono monotematica, in questo periodo faccio solo maglia: sciarpe e scaldacollo. Non ho più preso l'ago in mano..!!! Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
  4. Ciao Helga ...tre anni fa 6-7 baktus, l'anno scorso pixie hat,per grandi e piccoli. quest'anno scalda collo e vorrei aggiungere anche questi scaldamano.
    Sono bellissimi !!!!
    Anche io ho fatto il formaggio da spalmare...con 500g di yogurt coop intero era divertente e buonissimo ...l'avevo fatto...un po' con troppo sale. buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Ciao e grazie dei vostri commenti!:)
    @Birbolina: mi fa piacere di averti dato "l'idea buona" per l'autoproduzione spalmabile:)
    @ Lisa: Ti ho risposto in privato;)
    @ Amoredizia: ti capisco, gli scaldacollo sono al secondo posto nella mia "produzione 2013":) Sono super-utili e scegliendo colori e punti vari anche molto divertenti. Tu ne hai postato alcuni bellissimi sul tuo blog!
    @ Franca Rita: i baktus sono belli, vero?! I pixie hat mi mancano ancora nella mia produzione lanosa. Ho fatto una piccola ricerca in rete e ho visto che sono molto carini. Hai seguito uno schema particolare? Per il formaggino: anch'io adesso uso molto meno sale. Funziona lo stesso, e chi vuole può sempre salarlo quando lo mangia...
    Grazie ancora a tutte e buona giornata!!!! Helga

    RispondiElimina
  6. Ciao Helga, sono tutti molto belli questi scaldamani, ma i miei preferiti sono quelli al centro nelle prima riga..Dovrei provare a farli anch'io...sarebbero comodi nei giorni in cui soffia vento freddo...anche io ho fatto il formaggio seguendo la tua ricetta ed è finito in un baleno a merenda!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Ciao Laura, sono contenta che il formaggino era di gradimento nella tua family.
    Questi scaldamani potrebbero essere una soluzione contro il vento freddo da voi, al limite li potresti fare in cotone se la lana dovesse essere troppo calda.
    Ho visto le foto del mercato, che invidia!!!! Vorrei fare un salto da te per comprarmi sacchi e sacchi di spezie:))
    Ciao, buona serata e a presto!

    RispondiElimina
  8. Helga tanti auguri di buon anno nuovo...la mia bimba e` interessatissima agli scaldamani ..ci provera`a farne un paio!
    francesca

    RispondiElimina