lunedì 8 luglio 2013

Equiseto - pianta antica con mille proprietà


Domenica sono venuti a trovarci Luisa e Mauro, due amici di Milano (VeryUrbanFriends ^__^). E facendo una piccola passeggiata nel vigneto Luisa ha notato i "boschetti" di coda cavallina (= equiseto) che in questa stagione crescono lungo quasi tutti i sentieri qui da noi. "Cosa ci fai con l'equiseto?" mi ha chiesto. Ed io "...niente, perché?", ammettendo così la mia totale ignoranza in materia...

Le spiegazioni di Luisa mi hanno incuriosita e mi sono informata un po' su questa strana pianta, sfogliando alcuni libri di botanica e navigando in internet (ad esempio da Claudia su GranoSalis e naturalmente in Wikipedia).

Ho imparato tante cose!!! Adesso so che questi buffi ciuffi verdi sono delle piante antichissime (abitavano la terra già 350 milioni di anni fa - molto prima dei dinosauri!). Sono da sempre apprezzati nella vecchia cucina contadina, nella medicina popolare, nella produzione dei cosmetici naturali e anche nell'erboristeria moderna. Hanno proprietà remineralizzanti, cicatrizzanti, diuretiche e depurative, sono ricchi di sali minerali, silicio, vitamina C, flavonoidi ecc.ecc.
E seccandoli possiamo usarli anche noi come integratori alimentari (pare). In ogni caso, mi sono data da fare oggi e ho iniziato a raccogliere qualche pianta per essiccarla. Poi vedremo ....



Voi usate dei prodotti a base di equiseto?? Se avete delle ricette particolari e/o dei consigli da darmi sull'uso di questa antica pianta - fatemi sapere per favore, ve ne sarei molto grata!!!! 


 

6 commenti:

  1. Ciao Helga! L'equiseto è una pianta davvero utile: intanto si può usare come tisana, facendo un decotto di qualche minuto e poi lasciando riposare 15 minuti, per depurare le vie urinarie e remineralizzare l'organismo. E' un diuretico ed un integratore di molti componenti utilissimi...però ti consiglio di mescolarlo ad altre erbe, magari menta, o melissa, scorza di limone...perchè non è proprio buonissimo ;)
    Con il decotto concentrato si può anche preparare un'acqua per il risciacquo dei capelli, li rende lucidi e forti.
    :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Cecilia! Farò delle buone tisane allora (per mischiare ho molta menta, melissa e scorze di limone). Ma anche il risciacquo per capelli mi sembra molto interessante. Proverò:)

    RispondiElimina
  3. Ciao Helga, se non sbaglio si chiama anche coda cavallina, io la uso per fare il macerato con le ortiche, ottimo concime per l'orto, metti tutto in un bidone con abbondante acqua e lasci macerare per un paio di settimane poi innaffi le piantine, i miei pomodori ne hanno giovamento....
    Una mia amica molti anni fà era stata colpita da tumore al seno e si faceva tisane con quest'erba e altre, di fatto stà benone e non so se sia stao per questo ma....
    Sul libro "La farmacia del Signore" di Maria Treben puoi trovare molti modi per usare le erbe ....
    Spero ti sia utile.....

    RispondiElimina
  4. Ciao, ma sei stata veloce, veloce, l' hai già messo ad essiccare ^_^
    Allora l'equiseto( o coda cavallina) è una pianta "molto" amica delle donne
    Io la utilizzo spesso e mi sono informata bene sulle sue molteplici qualità ^_^
    Eccone alcuna magari possono tornare utili anche ad altre

    L' equiseto è una pianta che non produce fiore e che si riproduce per mezzo di spore (come i funghi). Già nell'antichità si trovano numerose testimonianze del suo impiego come diuretico e antiemorragico.

    L' equiseto ha un'azione diuretica, grazie alla presenza di flavonoidi , potenziati nella loro azione dai sali minerali, che rendono la pianta particolarmente indicata in caso di gonfiori dovuti a ritenzione, cellulite e cistite. In particolare, il silicio contribuisce a eliminare le scorie metaboliche (urea, acido urico, nicotina ecc.) con effetto depurativo. I minerali contenuti nel suo estratto secco stimolano la produzione di collagene, una sostanza che rende tonici i tessuti, previene la formazione delle rughe e contribuisce a rendere elastica la pelle.

    E' particolarmente adatto a chi sta seguendo una dieta dimagrante e desidera ottenere rapidamente dei risultati senza perdere in tonicità (nota molto dolente dopo una certa età, ahimè :(!). L'equiseto aiuta anche in caso di ritenzione, cellulite, gonfiori di occhi, gambe e caviglie.


    L'infuso è efficace e semplice da preparare: mescolare 2-3 cucchiaini di equiseto essiccato con 150 ml di acqua calda per 10-15 minuti; bere più volte al giorno per un mese o due.
    - Conosciuto anche come "argilla vegetale" per la ricchezza di minerali e le sue proprietà, l' equiseto può essere applicato localmente per trattare la cellulite, edemi e mancanza di tonicità dei tessuti.
    - Basta miscelare qualche cucchiaio di equiseto in polvere con poca acqua e applicare sulla zona interessata. Eliminare dopo venti minuti e ripetere una volta al dì fino al miglioramento.
    -E' utile anche sotto forma di oleolito da utilizzare poi localmente (sui talloni dei piedi fa miracoli ^_^)

    Mi raccomando raccoglime tanto, anzi tantissimo ..sono già qui che l'aspetto ^_^, un abbraccio, luisa

    RispondiElimina
  5. @astra: interessante, lo proverò anche come concime quindi. grazie!!

    @luisa: tranquilla cara, ne raccolgo quantità semi-industriali, e ci sarà anche per te! tanto sei tu la "colpevole" di tutto questo traffico:)) grazie, ciao!!!

    RispondiElimina
  6. E' un piacere girovagare per la rete e scoprire per caso un post di qualcun altro che cita i tuoi contenuti :) Grazie mille e buona raccolta, che il tempo dell'equiseto sta tornando prepotentemente!

    RispondiElimina