mercoledì 29 agosto 2012

Pomodori secchi fatti in casa


Il freddo di primavera, una brutta grandinata in luglio e poi l'eccessivo caldo in agosto ci ha rovinato il raccolto dei nostri pomodori dell'orto. Peccato, perché di solito ci facciamo la scorta di salsa per tutto l'inverno. Quest'anno invece i nostri pomodori bastavano giusto per qualche insalata, una mezza dozzina di sacchetti di polpa fresca nel freezer e qualche vasetto di pomodori secchi sott'olio.


Ecco come ho fatto:
Ho tagliato i pomodori (noi abbiamo quelli tipo San Marzano) a metà per il lungo e messi su carta da cucina in cassette per la frutta (sia di legno che di cartone, non importa). Poi li ho cosparsi di molto sale fino e messi davanti a casa in pieno sole.


Importante tirarli dentro per la notte, di girarli spesso e di "aprirli" stendendoli bene con le mani quando cominciano ad accartocciarsi sui bordi in maniera di evitare la formazione di muffe.


Per proteggere i pomodori dagli animaletti si possono coprire le cassette con la tulle.
Difficile dire quanti giorni devono seccare sotto il pieno sole, dipende dal clima. Qui da noi c'era molto molto caldo quest'anno e dopo 5 giorni i miei pomodori erano abbastanza secchi per essere conservati per l'inverno. Anche qui ci sono molte ricette. Io procedo così:
Faccio bollire i pomodori secchi per circa 5 minuti in acqua e aceto, poi li faccio asciugare bene su carta da cucina (anche tutta la notte) e alla fine li sistemo in vasetti con un po' di aglio, peperoncino e olio extra vergine d'oliva. Importante che siano coperti completamente di olio prima di chiudere il vaso!


Nessun commento:

Posta un commento